Notizie da Tecnosir

pubblicato il 15 June 2013 alle 18:45

Era da un po di tempo che sarei dovuto tornare in quel di Castel di Godego, il tempo passava troppi impegni e quasi me ne dimenticavo. Poi una mattina mi arriva una mail: ci sono novità e alcuni prodotti sono già pronti, quando vieni ?
E’ il mio amico Bepi che scrive, uno che a settant’anni passati passa il suo tempo in azienda a sperimentare. Mi fiondo il giorno dopo e passo la giornata tra correttori d’altezza e pedali freno. Le novità ci sono eccome. Prima di tutto adesso il campo delle revisioni si è allargato a quasi tutti gli organi idraulici della DS/ID, poi cambia anche la sostanza nel senso che alcune parti sono state rifatte a nuovo ed i pistoncini costruti a campione con meccanica di alta precisione. Riportare un pezzo alle medesime condizioni di “nuovo” è l’obiettivo della Tecnosir. Dopo molti tentativi, da qualche anno è stata messa a punto una tecnica in grado di raggiungere lo scopo.
Il lavoro consiste nello smontare completamente il componente, togliere i pistoncini di comando usurati, procedere alla lavorazione e lappatura interna del cilindro con controllo di diametro e di rotondità e utilizzo di un nuovo pistoncino comando con diametro adatto al nuovo cilindro. La precisione di accoppiamento deve essere inferiore a un micron (da 0.3 a 0.7), non ci sono guarnizioni. Questo grado di precisione permette l’agevole scorrimento del pistoncino e nello stesso tempo la tenuta del liquido.


Il nuovo pistoncino, costruito in acciaio temperato, è l’esatta copia  dell’originale solo il diametro è maggiorato. Tutti i pezzi sono collaudati su banchi prova costruiti dalla Tecnosir.
Questo vuol dire che si è posto rimedio all’inevitabile usura del metallo che a lungo andare genera le fughe di olio idraulico.  Un bel passo avanti.
A seguire le immagini di alcune revisioni (ho solo omesso di citare alcuni trucchi del mestiere) e a breve ne arriveranno altre.

Vai a revisione correttore di altezza e “fungo” freno

Articolo su Tecnosir (2004)

Categoria Si parla di tecnica | Comments Off

Visita al Citromuseum di Castellane

pubblicato il 21 May 2013 alle 21:02

Era tanto tempo che pensavo di andarci e l’occasione si è presentata con il ponte di inizio maggio trascorso in Liguria. Occasione si fa per dire perchè bisogna andare prima in costa Azzurra, a Cannes in particolare, e poi puntare verso l’interno in direzione Grasse. Dopo circa due ore di curve si arriva a Castellane e subito dopo, grazie anche alle numerose segnalazioni, si giunge al museo. Finalmente arrivati. L’aspetto è semplice, due capannoni uniti e come si varca la soglia del padiglione di destra (quello delle idro) si capisce subito che non avrà forse gli ambienti dorati di certi atelier o saloni di lusso, ma la sostanza c’è tutta. E che sostanza !


Vi ho parlato in passato di super restauri, ma qui ci si sposta ad un livello superiore ossia il conservato vero, anzi, il super conservato. Le Citroën presenti sono quasi tutte con pochissimi chilometri, praticamente in rodaggio ed esposte con i dati principali e la loro storia. E come anticipato ottimamente conservate. Si fa veramente sempre più fatica a trovare auto e dettagli di questo tipo anche ai raduni più importanti e frequentati. Inutile dire che il poco tempo a disposizione è volato tra stupore, foto e chiacchiere con Henri, il fondatore del museo. Una persona squisita che condivide volentieri i segreti delle sue DS e la loro storia. Mi ha mostrato la DS 21 del ‘67 con ancora i tagliandini di carta sugli elementi della carrozzeria ed un 23 con il cellophane sulla moquette! Poi la DS più anziana conosciuta, la numero 32, il primo Hy e uno degli ultimi prodotti, CX, SM, bicilindriche, Traction insomma tutto, e quasi tutto come nuovo !
C’è da perdersi per ore credetemi.

Non ho mai visto il conservatoire della casa, ma qui amici ci sono forse meno prototipi, ma più  Citroën … vere ! Peccato che non sia facilmente raggiungibile, ma di sicuro ne val la pena.

Ho scattato circa 450 foto, quì ne metto un po meno, 270 spero possano bastare.

vai alle foto
link al Citromuseum

Categoria Mondo DS | Comments Off

Museo Bertoni

pubblicato il 7 April 2013 alle 20:55

Sabato 6 aprile verrà esposta per la prima volta in ltalia le 2CV di J.Cornet che nel 1956 fece il giro del Mondo “senza scalo” cioè in modo continuativo e senza cambi di equipaggio durante il raid.
L’auto, di proprietà del Musée de La Sarthe di Le Mans, arriverà a Varese su interessamento del Conservatoire Citroen e rimarrà in esposizione durante tutto il periodo legato alle manifestazioni per il 110 anniversario della nascita di Flaminio Bertoni, il  grande designer varesino emigrato in Francia e diventato direttore del celebre Atélier Citroen di Rue du Theatre tra il 1932 e il 1964.
Questa storica “reliquia” segnata dal tempo e dagli eventi accompagna con la sua presenza la Mostra (Nascita di una Dea) che ospita i 9 disegni autenticati dalla mano di Flaminio Bertoni che testimoniano l’evoluzione del modello VGD presentato definitivamente al pubblico nel 1955 con il nome di Citroen DS.
Questa storica 2CV oltre ad essere un pezzo di grande interesse per gli appassionati e per gli storici dell’automobile, diventa una ulteriore occasione per una visita al Museo Bertoni, vero tempio di venerazione per il grande car-designer italiano creatore della Traction Avant, della 2CV, della DS e della Ami6.

Giovanni -Gianni Perotti
Museo Flaminio Bertoni, 2 Via Valverde 20100 Varese

Vedi il calendario delle manifestazioni del Museo Bertoni

Categoria Citro eventi | Comments Off

Foto Raduno Verona (Tregnago) 2013

pubblicato il 10 February 2013 alle 11:10

eccole

Categoria Citro eventi | Comments Off

Citroën in Michigan

pubblicato il 26 November 2012 alle 11:03

Allora, partiamo con ordine.

Orphane Show

Il 23 Settembre A Ypsilanti - MI c’è stato l’annuale “Orphane Show”, ovvero il raduno delle “Orfane”, cioè le auto di una marca che non esiste più (es. la Studebaker) oppure che non sono più importate negli USA. E c’era anche un gruppetto di Citroen, per cui ho dovuto subito attaccare la pezza ai proprietari. Gli americani sono tutti molto disponibili, e non hanno avuto problemi. C’erano praticamente solo delle bicilindriche, e tutte importate recentemente dall’Europa.
La più interessante è la Dyane azzurra tutta disfatta. Il proprietario, un ragazzone di 140 kg almeno, per “scommessa” ha montato l’aria condizionata.
Io ho cercato per mezz’ora il compressore nel vano motore senza trovarlo. Poi il condensatore sotto il baule mi ha fatto nascere un sospetto… un pazzo ! il compressore è mosso da un motore ausiliario (una motosega? un generatore?) installato nel baule !
Beh, insomma intanto avevamo stabilito i contatti.
E infatti mi hanno invitato al loro successivo raduno.

Ypsi

Nel primo sabato di ogni mese, durante il periodo invernale, si radunano nel garage di tale Milliken tutti gli appassionati di auto d’epoca della zona.
Milliken è un grosso agente immobiliare, figlio dell’ex governatore del Michigan, che per passione tiene un garage dove (ne periodo invernale) fa servizio di rimessaggio.
Ogni primo sabato del mese organizza un evento. Lo scorso Ottobre è stato il sabato di apertura, e come ospite c’era il Citroen club.
Quelle erano le auto, poche, però intanto ho conosciuto altra gente, tra cui i proprietari - 2 fratelli - della DS grigia, importata recentemente dalla Francia, per cui con specifiche europee, e della SM verde, originale US-specs sempre stata in Michigan.
Tra l’altro non ho ben capito che lavoro fa il proprietario della SM, ma lui si è rifatto i sedili della SM, e ti posso assicurare che erano bellissimi, identici, assolutamente identici all’originale. E mi ha dato anche l’indirizzo di un meccanico di SM in Kentucky, ovvero vicino :-)

Ypsi (due)

Questo mese si è ripetuto il ritrovo del primo del mese nel garage di Milliken e - sorpresa delle sorprese - guarda cosa ci stava fuori dal garage: DS 21 cabrio !
Ne avevo sentito parlare, ma non avevo la minima idea di dove trovarla.
La macchina appartiene a un tizio (mr. K) che è quello che vendeva la DS ‘59 qualche settimana fa su ebay, la cabrio è tutta originale compresi interni e tetto, ma certo non in buone condizioni. Anzi, va tutto fiero del fatto che l’ha “migliorata” irrobustendo il telaio e facendola girare a LHM. Insomma, tipico tuning americano.
Mr. K ha anche un’altra miriade di auto francesi, mi ha lasciato il suo biglietto e dovrò andare a trovarlo al più presto.
Piccolo dettaglio: Ken ha un amico in California, figlio dell’ex rivenditore Citroen di San Diego (mi pare) il quale ha recentemente venduto la sua DS cabrio uniproprietario a un italiano …

Insomma, a Detroit, casa dei 3 colossi dell’auto americani, c’è una cricca di Citroenisti che tiene alto l’onore! e mi pregio di esserci dentro :-)

G.Z.
Vai alle foto

Categoria Mondo DS | Comments Off

Castagnata in Val D’Ultimo

pubblicato il 22 October 2012 alle 20:08

Quest’anno ci si è trovati in Val D’Ultimo per la consueta castagnata altoatesina, giornata stupenda e panorama unico. E grazie a Markus ottimo organizzatore !
Guarda le foto.

Categoria Citro eventi | Comments Off

ICCCR 2012

pubblicato il 21 August 2012 alle 21:56

Nella settimana centrale di agosto nell’Inghilterra centrale si sono verificati due piccoli miracoli: 6 giorni consecutivi di bel tempo e nonostante i costi odierni del muoversi, oltre duemila Citroen sono confluite ad Harrogate per dar vita al 15° ICCCR, sotto lo slogan: KEEP LEFT!
Splendida la location scelta da mr. Popka & c., immersa nel verde e dotata di moltissimi immobili ridestinati per l’occasione ad area museo-expo (molte auto Slough-built), area commerciale, spazio spettacoli, officina, taverna, ma soprattutto con blocchi servizi un po ovunque e neanche un famigerato toy-toy!
Come spesso accade, i parcheggi di modello sono presto diventati un fritto misto di vetture ed uno di questi è diventato un ottimo mercatino per privati.
L’area campeggio è ben presto divenuta un carnaio e lì veramente la mancata pioggia ha salvato l’evento, altrimenti destinato a seguire la pantanosa sorte di Interlaken; invece è diventata uno spettacolo nell’evento, il vagare all’alba tra le auto ricoperte di rugiada è personalmente uno dei momenti migliori di questi eventi.
Che dire d’altro? Tantissime auto con tante tante guida destra, molti momenti non-citroen con spettacoli, concerti ed un ottimo servizio gratuito verso la città con bus a due piani d’epoca; la parte commerciale ha in parte pagato lo scotto dell’essere oltremanica e dei relativi costi di spostamento, ma in ogni caso c’era di tutto un po, con possibilità nei primi giorni di concludere qualche buon affare.
Bilancio positivo dunque !
L’ICCCR 2012, ben organizzato e salvato dal bel tempo, è stato sicuramente un evento citroenistico ben riuscito, nonostante gli organizzatori non abbiano chiesto info allo staff che lavorò al precedente.
And now: KEEP RIGHT!

420 foto !

Grazie a Piero Perosino (www.citronpaper.it)

Categoria Citro eventi | Comments Off

Ultra-restauri

pubblicato il 19 June 2012 alle 22:13

Sabato mi sono preso una giornata libera e sono andato a trovare un’amico diessista al suo “capanno”. Ho avuto così modo di apprezzare il restauro che sta eseguendo in coppia con un’altro appassionato su una DS 21 pallas del ‘69. L’auto era un modello interessante, ma tutta da rivedere. Alla fine però più che un restauro ne sta nascendo qualcosa di più! Ragazzi, è un piacere veder rinascere una DS andando a revisionare, pulire, lucidare, zincare ogni singola vite. Qui siamo oltre il restauro, siamo nella categoria degli ultra-restauri!
Nelle foto del servizio: DS21 pallas ‘69, DS21 pallas ‘67, DS21 pallas ‘69 ultra.

Vedi le foto qui

Categoria Mondo DS | Comments Off

C’è Citroën al museo dell’auto di Torino

pubblicato il 22 March 2012 alle 22:23

A dir la verità sarebbe meglio dire che c’è anche Citroën al museo.
Un museo rinnovato e bello, una visita piacevole in mezzo ad auto, ambientazioni e un percorso che ripercorre tutta la storia dell’auto.
Come piacevole sorpresa le Citroën più rappresentative celebrate come pezzi di storia proprio nella città della FIAT.
Una C3 conservata, una Traction prototipo, una 2cv hippy e la DS modello Triennale di Milano.
E per finire si scopre che ben cinque dei designer più famosi avrebbero voluto disegnarla.

Guarda le foto

Categoria Mondo DS | Comments Off

Ideesse forum: nuovo regolamento in salsa ungherese ?

pubblicato il 8 January 2012 alle 20:15

Attenzione: il presente articolo crea confusione e disarmonia.

Scusate l’ironia, ma leggendo il nuovo regolamento del forum diessistico più popolare d’Italia (detta “charte du forum”) la domanda mi è venuta spontanea viste le tristi nozizie che arrivano dal paese magiaro: l’avranno mica scritto in Ungheria ?

Frequento diversi forum, ma quello ideesse resta per me sempre particolare.
Nella “charte” si parte con le solite e ormai consolidate raccomandazioni tipiche di quasi tutti i forum e del vivere civile. Bastano queste normalmente. Invece leggendo le regole si scopre che su 20 ben 18 sono divieti. Si faceva prima a dire cosa è permesso, anzi, “non sgradito”. Cito le migliori:

10) Sono sgraditi i messaggi polemici, provocatori o con lo scopo di generare confusione.
16) É sgradito il sollevamento di vecchie discussioni con interventi pretestuosi, privi di reale contenuto, polemici o chiaramente off-topic …
19) Sono sgraditi i provocatori. Per provocatori si intendono quelle persone che non perdono occasione e cercano continuamente discussioni a cui attaccarsi o ne creano di loro iniziativa con il solo intento di destabilizzare e creare disarmonia, polemiche, ecc… sul forum.

e per finire come da tradizione, anche quì, il più contestato: l’articolo 18

18) É sgradito chi si diverte a “cavillare” sulla Charte du forum al solo scopo di cercare visibilità con argomenti pretestuosi e creare difficoltà e disagio agli utenti, moderatori ed amministratori del forum …

… motivo per cui posso scrivere tutto questo quì e non sul forum.

Au revoir, e buon 2012 !

Link visibile solo agli iscritti (!)

Categoria DS nel web | Comments Off